Il canile

La struttura sorge su un’area di 5.300 mq adiacente agli appezzamenti già occupati dagli asini e dai cavalli ed è divisa in tre lotti: un gruppo di recinti da 45 mq con una zona chiusa da 28 mq, un secondo gruppo di recinti da 27 mq con una stanza da 18 mq e un terzo e ultimo lotto con una zona all’aperto di 20 mq e una chiusa da 13 mq.
La capienza complessiva è di circa 350 cani. Inoltre abbiamo realizzato un ampio recinto per le attività di socializzazione ed educazione dei quattrozampe, attività su cui Save the Dogs intende investire sempre di più in futuro per poter aumentare la percentuale di cani adottabili.

Tutti i box sono realizzati in pannelli sandwich modulari appositamente studiati per garantire la massima igiene, mentre il fondo delle stanze è in cemento reso impermeabile grazie ad un trattamento al quarzo. Il rifugio è dotato di un’idropulitrice funzionante con acqua fredda e calda, per garantire una pulizia ottimale. In tutte le stanze sono stati installati abbeveratoi automatici che consentono il rifornimento costante di acqua senza la necessità di trasportarla manualmente.

Il rifugio è il luogo dove transitano ogni anno centinaia di cani senza padrone provenienti dalle strade di Cernavoda e dintorni o abbandonati dai cittadini. Tutti gli animali ospiti sono destinati all’adozione, che al momento avviene per il 98% all’estero, essendo tale pratica assai poca diffusa tra la popolazione locale. Ci auguriamo che in futuro questo trend cambi.

Il canile è aperto tutti i giorni ai turisti, ai rappresentanti delle autorità e delle associazioni rumene alla ricerca di ispirazione per le proprie strutture.